Federico Chiesa si è finalmente presentato ufficialmente come giocatore della Juventus. Nel corso della conferenza stampa di presentazione, il numero 22 bianconero ha parlato del passaggio dalla Fiorentina alla Juventus, commentando anche i pesanti insulti ricevuti. Chiesa si è detto inoltre entusiasta per la nuova avventura, e felice di poter essere allenato da Andrea Pirlo, un vero e proprio maestro di calcio, con il quale spera di entrare nella storia di questo sport, in Italia e nel mondo.

Chiesa
scommesse telegram

La presenza di Federico Chiesa alla Juventus

“Avrei voluto fare questa conferenza 20 giorni fa, ma causa bolla e incontri ravvicinati non si è potuta fare prima. Ci tengo oggi a ringraziare la Fiorentina e tutta la città di Firenze per questi 14 anni. Ringrazio anche il presidente Della Valle e il presidente Rocco Commisso, che mi hanno supportato nel bene e nel male”

L’offerta della Juventus

“Quando ho saputo della Juventus per la prima volta è stato negli ultimi giorni di mercato. Ringrazio la Juventus per avermi cercato e per aver fatto uno sforzo economico. Sono orgoglioso di vestire questa maglia prestigiosa”

Com’è stato l’addio alla Fiorentina?

Il passaggio dalla Fiorentina alla Juventus di Federico Chiesa, com’era del resto prevedibile, ha causato molte polemiche. Le due tifoserie sono da tempo grandi rivali, e la scelta di Chiesa di vestire la maglia bianconera è stata vista come un “tradimento” per molti tifosi fiorentini. Gli insulti non sono mancati ma, cosa ancora più grave, sono state le bruttissime minacce fatte a suo fratello Lorenzo, che attualmente gioca nelle giovanili della Viola.

“Non voglio fare polemiche. Le offese a mio fratello penso che chi le ha fatte siano persone che tifano Fiorentina ma che siano anche degli haters che usano social per invidia personale, ora guardo avanti e al futuro, soprattutto della Juventus”

Quanto pesano i milioni spesi dalla Juventus?

“Io penso a scendere in campo e ad aiutare i miei compagni. C’è un po’ di pressione per l’investimento importante ma io penso a fare bene. Devo ancora imparare, sono felice. E’ tutto nuovo per me ma sono a disposizione”


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Le critiche di Rocco Commisso

“Io mi sono comportato sempre in maniera corretta verso di loro, il discorso lo chiudo io qui, non voglio dire altro”

Come si sta approcciando alle novità tattiche di Andrea Pirlo?

“Il mister ci chiede una precisa disposizione in campo. Noi scendiamo in campo per vincere sempre anche se siamo ancora in fase di costruzione. Il mister ci schiera in modo diverso rispetto alla Fiorentina, ma io sono a disposizione, gioco dove mi chiede di giocare”

In quale ruolo preferisce giocare?

“Io posso giocare a destra ma anche a sinistra, dipende dove mi vuole far giocare il mister. Per me non è un problema giocare ogni partita in un ruolo diverso, sono cose che succedono spesso nel calcio”

Com’è stato l’incontro con Cristiano Ronaldo?

“Non ho ancora avuto il piacere di salutarlo in realtà, né di allenarmi con lui, ma sarà una grande gioia vederlo”

Le differenze viste in campo con il Barcellona

“Io sono l’ultimo arrivato qui, e mi sto allenando da poco con questa nuova mentalità e questa nuova disposizione in campo ma penso che con il tempo e con il lavoro duro riusciremo ad ottenere grandi risultati. Dobbiamo solo seguire l’allenatore perché tutti qui seguiamo l’allenatore, è giusto così e sono sicuro che ci porterà lontano”

Il rapporto con i veterani della Juventus

“Buffon, Chiellini e Bonucci hanno lasciato un’imponta nel calcio italiano e mondiale. I consigli non sono solo a voce ma anche nei loro atteggiamenti, vederli nello spogliatoio già ti insegna qualcosa. Spero anche io di lasciare un’impronta, ma la strada è lunga e c’è tanto da migliorare”

Com’è stato esordire in Champions League?

Chiesa

“Per me è la prima volta, le sensazioni sono state fantastiche. Giocare in Champions League per la Juventus è stata una sensazione unica. A Kievi abbiamo fatto molto bene, con il Barcellona un po’ meno, ma lavorando insieme nelle prossime settimane sicuramente arriveranno poi i risultati. Ci tengo molto a fare bene in Champions, è la competizione più importante del mondo, tutti sognano di giocarla”

Qual è la mentalità juventina?

“Siamo in costruzione ma siamo la Juventus, e qui bisogna vincere ogni partita. Vogliamo vincere, portare risultati e siamo uniti in questo obiettivo. Ora non dobbiamo pensare alla sconfitta contro il Barcellona, siamo già proiettati verso la prossima sfida contro lo Spezia”

Chiesa parla della sua famiglia

“Ora sono a Firenze, non sono qui causa Covid, spero che verranno a trovarmi molto presto. Mio padre mi ha detto di godermi questa nuova avventura, perché è stupendo stare qui”

La prossima sfida contro lo Spezia

“E’ una partita fondamentale per il campionato, come lo sono tutte. Vincere sarà davvero molto importante. Andremo là per imporre il nostro gioco dimostrando come sappiamo giocare, con intensità, e per portare a casa tre punti che ora ci servono molto”

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Chiesa
Chiesa