Il Napoli si prepara ad iniziare il proprio cammino in Europa League, e lo farà domani al San Paolo contro l’Az Alkmaar. Questo match è stato molto discusso nelle ultime ore, a causa dell’elevato numero di contagiati nella rosa degli olandesi, che ha tenuto tutti con il fiato sospeso. Sembrava infatti che la partita potesse essere rimandata, ma così non sarà e le due squadre scenderanno regolarmente in campo alle ore 18.55. Alla vigilia del match ha parlato Gennaro Gattuso, che sta guidando la sua squadra in un inizio di stagione fantastico. Gli azzurri hanno dimostrato di aver fatto enormi passi avanti, rendendolo ancora più evidente nella splendida vittoria contro l’Atalanta per 4-1. Gattuso ha parlato delle ambizioni del Napoli, delle difficoltà delle sfide europee e dei problemi con gli allenamenti, oltre alla costante preoccupazione per i possibili giocatori positivi al Coronavirus. Dopo di lui è intervenuto Dries Mertens, che ha espresso tutta la sua felicità per l’arrivo di Victor Osimhen, che gli ha permesso di crearsi molti più spazi nella difesa avversaria.

Gattuso
scommesse telegram

La conferenza stampa di Gennaro Gattuso

“L’Europa League è un obiettivo, siamo contenti di giocarci perché sappiamo i sacrifici che abbiamo fatto lo scorso anno. E’ importante per il club, per i giocatori e per me e il mio staff. Dobbiamo riuscire a passare il turno. Sicuramente ci saranno tre o quattro giocatori che non hanno giocato contro l’Atalanta. Ho provato a cambiare otto o nove giocatori quando ero al Milan, ci ho sbattuto i denti. Penso che bisogna fare delle scelte giuste, non riuscire a cambiare nove o dieci giocatori. E’ per questo che ogni partita di Europa League non faremo tantissimo tournover”

La preoccupazione sull’assenza di altri giocatori causa Covid-19

“Non scegliamo nessun obiettivo, metteremo la squadra migliore in campo. Speriamo con la situazione del Covid di non perdere altri giocatori. Abbiamo già perso due giocatori che dovranno prendere la condizione fisica una volta tornati. Si gioca ogni tre giorni, bisogna far parlare il campo. Ci sarà spazio per tutti. Timore di nuovi contagi? Ovviamente c’è, non potrebbe essere altrimenti. Il calcio è una grande azienda e sta perdendo tanto, noi abbiamo il dovere di far continuare questa azienda. Ma la preoccupazione c’è. Non siamo noi a dover prendere le decisioni”


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Qual è la condizione fisica di Lorenzo Insigne?

“Con il ritorno di Lorenzo Insigne le scelte saranno più difficili. Lorenzo è stato venti giorni fermo, è riuscito a recuperare bene. Deve mettere benzina nelle gambe. Voglio avere la difficoltà di scelta. Sta a me e al mio staff fare meno danni possibili. Questa competizione rappresenta tanto perché giochiamo in Europa, domani non giochiamo contro una squadra di scappati di casa. E’ un girone difficile. C’è da far fatica, bisognerà esprimersi al massimo”

Gattuso lamenta il poco tempo a disposizione per gli allenamenti

“Se vuoi provare un certo tipo di calcio, devi farlo con senso di appartenenza e con passione. La squadra si allena con entusiasmo e serenità. Il nostro obiettivo è quello di tornare in Champions League, poi strada facendo pensiamo a dove possiamo arrivare. Dobbiamo migliorare in qualche aspetto, mi piacerebbe fare una pressione ultraoffensiva, ma ancora non ci siamo. In questo momento ci alleniamo poco perché si gioca ogni tre giorni”

Le parole di Dries Mertens

Subito dopo Gennaro Gattuso, ha iniziato a parlare Dries Mertens. Il belga ha espresso la sua felicità per l’arrivo di Osimhen, giocatore con il quale si trova alla perfezione, e ha parlato poi delle motivazioni del Napoli, e delle differenze con il modulo usato da Carlo Ancelotti lo scorso anno.

“Vogliamo fare bene in Europa League, non sarà facile arrivare fino in fondo ma siamo un grande gruppo. Più competitivi? Si e no. Dobbiamo ricordare che abbiamo perso alcuni calciatori poi ne sono arrivati di nuovi e dobbiamo allenarci insieme, anche se in questo periodo c’è davvero tempo per farlo. Sono importanti gli allenamenti. Ma sicuramente stiamo crescendo, questo è certo”

L’apporto di Osimhen al Napoli

Gattuso

“Grazie a lui il mio gioco è cambiato tanto, perché ci permette di avere più profondità. Lo abbiamo visto nell’ultima partita contro l’Atalanta. Posso toccare più palloni ma non c’è solo lui, è tutta la squadra che funziona alla grande”

Il Napoli è motivato a fare bene?

“Serviranno tante motivazioni perché non è facile. Stiamo ancora cercando come fare e fortunatamente abbiamo avuto tempo per allenarci. L’AZ ha calciatori forti, giovani e con un grande futuro. Se non sei sveglio puoi prendere tanti goal”

Le differenze nel modulo rispetto allo scorso anno

“Quando giocavo nel ruolo di prima punta non riuscivo ad attaccare sempre lo spazio, ma venivo a giocare ogni palla. Ora i miei colleghi portano via la difesa e finalmente riesco a giocare più palloni”

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Gattuso
Gattuso