Nuovo appuntamento con le nostre guide per gli amici e soci di Invictus, consigli utili per scoprire come andare in cassa con lo studio schedine. Oggi dimostreremo che, seguendo alcuni importanti passaggi, andare in cassa non è sinonimo di fortuna e si può facilmente creare una schedina vincente per domani.

studio schedine
studio schedine

Studio, metodo e applicazione per vincere le scommesse

Non abbiamo certo la verità in tasca e non esiste una regola matematica che ci dica come vincere le schedine (altrimenti non avrebbe senso di esistere il “mestiere” di bookmaker!) ma per cercare di andare in cassa in modo continuato occorre armarsi di pazienza e comprendere che, oltre ai cinque buoni consigli che vi abbiamo già dato, servono studio, metodo e applicazione.

studio-schedina-schedine-vincenti-per-domani

Studio

Per andare in cassa è fondamentale studiare e conoscere l’evento che si andrà a scommettere: statistiche, protagonisti che andranno in campo, periodo di forma più o meno negativo delle squadre. Insomma, è necessaria uno studio schedine accurato. Importante anche avere accortezza in merito al proprio budget, darsi un limite predefinito e non oltrepassarlo Una buona opzione è giocare con lo stake percentuale, dare cioè a monte una possibilità statistica a un determinato evento, giocando una parte del nostro bankroll (budget).

Metodo

Possiamo applicare tutti i metodi fin qui descritti nelle nostre guide nei giorni scorsi, la scelta spetta ovviamente a voi. Le tipologie di eventi da scommettere si dividono in pre-match e match live. La differenza è sostanziale e può capitare sovente che gli studi fatti per giocare in pre-match si ribaltino in un evento live. Anche qui occorre tanta pazienza, studio e sangue freddo. E’ bene inoltre seguire queste semplici regole per cercare di avere un profitto positivo nel tempo. Nelle multiple, scommettere massimo cinque eventi per quota complessiva 7: più aumentano gli eventi e la loro probabilità statistica, minori saranno le possibilità di cassa. Come accennato in precedenza, studiare bene gli eventi, anche maniacalmente. Per quanto ogni partita faccia storia a sé, l’approfondimento degli aspetti statistici è fondamentale. Porsi degli obiettivi di investimento e guadagno (giornalieri o settimanali) e non infrangerli in nessun caso, sia per un eventuale filotto negativo che positivo. Confrontare le quote offerte dai bookmakers e scegliere di conseguenza: ovviamente non sono tutte uguali e di certo l’esclusivo comparatore di quote di Invictus può esservi di grandissimo aiuto!


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Applicazione

Adesso si passa all’azione: l’applicazione è la sintesi di quanto scritto fino ad ora in questa guida per capire come vincere una schedina. Vi ricordiamo che non esistono metodi infallibili ed essere pazienti è l’arma fondamentale. Diffidate inoltre da improbabili “santoni” del web, soprattutto sui social network. Altro fattore importante il sangue freddo: così come non bisogna esaltarsi quando si vince una schedina, non bisogna deprimersi quando si attraversano periodi negativi. Non agire “di pancia”, ma sempre in maniera razionale. L’emotività è il nemico numero uno degli scommettitori. E ricordate: un pronostico vincente non è il risultato che noi speriamo si avveri ma il risultato del nostro studio, metodo e applicazione.

Ora, dopo la breve introduzione appena fatta, vi forniamo altri consigli utili per scoprire come creare una schedina vincente per domani. Oggi dimostreremo che, seguendo alcuni importanti passaggi, andare in cassa non è sinonimo di fortuna, ma solo il frutto di un attento studio schedine, grazie al quale capire come vincere le schedine.

Come vincere con lo studio schedine

Lo scommettitore professionista coltiva l’arte del pronostico. Allo stesso modo di un pittore che prima di iniziare a dipingere prepara tutto l’occorrente (dal cavalletto ai colori, passando per tela e pennelli), così il top player prima di puntare un chip su qualsivoglia evento, analizza una serie di aspetti e dati che alla fine, se ben interpretati, lo indirizzano sul percorso finalizzato a comprendere come sfruttare lo studio schedine e quindi creare una schedina vincente per domani.

Vi abbiamo già detto, e lo ribadiremo fino alla nausea, che non esistono metodi privi di analisi e impegno in grado di garantire vincite sicure: i bookmakers mai lo permetterebbero e ciascuna società allibratrice è munita di uno staff di quotisti di primo livello. Rivolgendoci soprattutto ai novizi, va detto innanzitutto che vanno evitati campionati o squadre che si conoscono poco. Attenzione, non stiamo dicendo che per capire creare una schedina vincente per domani dovete essere esperti di calcio a 360 gradi e conoscere realtà decisamente lontane dai vostri occhi: nella stragrande maggioranza dei casi non sarebbe fattibile, è chiaramente impossibile restare aggiornati su tutte le squadre di calcio (prendiamo sempre questo sport come parametro perché per distacco è il più giocato).

Oltretutto, magari si può essere ferrati sui top team esteri, ma di certo sono pochi a conoscere vita, morte e miracoli di club di medio-basso livello militanti in campionati diversi da quelli in cui gioca la rispettiva squadra del cuore. Proprio per questo esistono le statistiche, pronte a venirci in soccorso per un corretto studio schedine. Il web pullula di siti in grado di fornirci tutte le informazioni che cerchiamo, basta una minima ricerca.

Studio schedine per creare una schedina vincente per domani

Per prima cosa, andate a guardare il posizionamento in classifica delle squadre oggetto del vostro approfondimento, prestando attenzione a punti totalizzati, gol fatti e subiti (con relative medie a partita, in ottica under-over), rendimento in casa e trasferta (molto spesso differente). Dopodiché, può senz’altro tornare utile conoscere il trend di periodo, ossia i risultati ottenuti nelle ultime partite (in genere da un minimo di 3 a un massimo di 5) così da ricostruire indirettamente lo stato di forma della squadra, tenendo presente che anche una formazione che scoppia di salute può andare incontro a una giornata no, specie quando non dispone dei suoi migliori calciatori. Ecco che conoscere la situazione relativa a infortunati, squalificati e – di conseguenza – probabili formazioni può diventare fondamentale per il vostro studio schedine.

Non lasciatevi ingolosire da quote più alte del solito attribuite a squadre sulla carta favorite: dietro può esservi proprio qualche assenza pesantissima. Per completezza, vi specifichiamo altri principi basilari in materia di betting ovvi e intuitivi ma che vale sempre la pena ricostruire: una squadra d’alta classifica generalmente è più incline a realizzare gol rispetto a una che lotta per non retrocedere, viceversa quanto ai gol subiti; chi gioca in casa è avvantaggiato, a meno che il gap con l’avversario non sia troppo ampio; le motivazioni sono essenziali, evitate di puntare su squadre che hanno già centrato l’obiettivo prefissato o che, al contrario e specie sul finire di stagione, sanno già di non poterlo più raggiungere.

Ecco le componenti fondamentali per sviluppare uno studio schedine affidabile, a cui va aggiunta l’ultima: ossia il confronto tra le vostre idee e quelle di altri scommettitori. A tal proposito su Invictus, ad esempio, potete vedere per ogni pronostico da quali scommettitori è stato giocato e questi sono pure classificati in base al loro rendimento.

studio-schedina-schedine-vincenti-per-domani

Come scegliere un metodo per creare delle probabili schedine vincenti

Grazie al contributo di alcuni utenti e alle interviste che alcuni scommettitori professionisti hanno deciso di rilasciarci, vi abbiamo offerto un’ampia panoramica di sistemi scommesse vincenti con l’obiettivo di guidarvi nel tortuoso percorso finalizzato a chiarirvi come creare delle probabili schedine vincenti.

Un giocatore senza sistema è come un navigatore senza bussola” diceva un grande giornalista di sistemistica. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di sottoporvi una serie di sistemi utilizzando termini molto semplici al fine di agevolare anche i giocatori meno esperti.

Prima ancora di spiegarvi come creare delle probabili schedine vincenti, abbiamo sempre cercato di sottolineare due cose fondamentali: innanzitutto che le scommesse sono un passatempo e non un modo per guadagnarsi da vivere. In secondo luogo, vi abbiamo più volte suggerito di non sperperare denaro a caso, ma applicarsi nel miglior studio schedine possibile.

Detto questo, ci siamo resi conto che abbiamo dedicato tantissimi post all’argomento e, dopo tanta teoria, il consiglio che ci sentiamo di dare agli “scommettitori in erba” è il seguente: scegliete uno dei nostri sistemi scommesse vincenti in base alle vostre preferenze e – perché no – anche in base al vostro intuito, e giocatelo per un intero campionato puntando, ogni volta, 10€. Ne andrete a spendere in totale 380€: una somma davvero irrisoria rispetto alle probabilità che avete di vincere.

Sfrutta questi consigli su Invictus, dove puoi trovare pronostici scientifici. Invictus è il primo algoritmo che ti fornisce pronostici scientifici basati sull’analisi delle scommesse di più di 100.000 tipster in tutto il mondo. Provalo gratis.

studio schedine
studio schedine