Scrivi quello che vuoi cercare

Come sarà la classifica di Serie A in base alle statistiche di Invictus?

Quante volte avete sentito dire che le statistiche non contano nel calcio e che anche se una squadra ha delle metriche migliori di un’altra, quello che conta è il risultato sul campo? Immaginiamo spesso, tuttavia, a volte, le statistiche aiutano a prevedere come andranno le cose. Di solito, anche le squadre che stanno performando meglio di quello che creano, tendono ad allinearsi ai risultati statistici. Per questo abbiamo deciso di analizzare le statistiche delle squadre di Serie A, per capire come andrà a finire questo campionato.

Le statistiche di Invictus sulla Serie A

Una delle statistiche principali da prendere in considerazione per valutare l’andamento di una squadra, sono gli xG, cioè gli expected Goals, in poche parole sono i goal attesi di una squadra in base alla quantità e alla qualità delle occasioni create, al netto di rigori e autogoal. Gli xG possono discostarsi anche di molto dai goal effettivamente realizzati, nel caso in cui una squadra abbia più goal che xG, starà overperformando, mentre, nel caso contrario, starà underperformando.

Naturalmente, le riflessioni che possono essere generate dagli xG, valgono anche per gli xGA, cioè gli expected Goal Aganist, i potenziali goal concessi agli avversari. Minore sarà il numero degli xGA e migliore saranno le performance difensive della squadra. In base a questi dati, è possibile calcolare anche gli xPTS, cioè gli expected Points, il numero di punti che una squadra avrebbe dovuto avere in base alle occasioni create e concesse nei singoli match.

Adesso che sono più chiari i dati principali, possiamo analizzare l’andamento delle singole squadre in Serie A e ipotizzare la classifica finale in base agli xPTS. Ovviamente il dato è da prendere con le pinze, perché, sia per quanto riguarda l’overperform, che per quanto riguarda l’underperform, i discostamenti possono essere causati da vari fattori. Sicuramente incide anche la fortuna, tuttavia, le squadre migliori tendono ad overperformare perché, i giocatori dai quali sono composte, sono più bravi a realizzare un numero di goal superiore a quelli attesi. Infine, bisogna tenere a mente che queste metriche non tengono conto dei rigori e degli autogoal, fattori che però hanno un loro peso all’interno di una partita e di un intero campionato.

Pronostici sulla Serie A grazie alle statistiche di Invictus

Analizziamo per prima cosa la corsa alla salvezza, basandoci sulla classifica degli xPTS. Il Frosinone sarebbe ultimo anche nella classifica degli xPTS (nella classifica reale è penultimo, ma il Chievo è stato penalizzato di 3 punti), tuttavia, questa metrica ci dice che i ciociari hanno ottenuto ben 6,21 punti in meno di quelli che avrebbero potuto ottenere in base a quanto prodotto sul terreno di gioco, quindi potrebbero trovarsi a 16 punti, a solo una lunghezza dal Bologna che avrebbe dovuto avere 17,42 punti (rispetto ai 13 attuali) e a due lunghezze dal Chievo che avrebbe 17,85 punti (si tratta di ben 6,85 punti in meno degli 11 attuali, ai quali vanno sottratti i 3 di penalizzazione che rendono gli scaligeri ultimissimi a soli 8 punti).

Poco al di sopra di questo terzetto si trova un altro trio di squadre, tuttavia, a differenza delle ultime tre, stanno overperformando rispetto a quanto creato: il Parma, che dovrebbe avere 18,13 punti (ben 6,87 in meno di quelli attuali), il Cagliari, con 18.17 (1,83 in meno di quelli attuali) e il Genoa con 18,51 (1,49 in meno di quelli attuali). I ducali sono la seconda squadra in Italia per punti ottenuti in più rispetto agli xPTS.

Sorprendente anche le posizioni della Sampdoria, che nella classifica degli xPTS dovrebbe trovarsi al dodicesimo posto con 23,07 punti (5,93 in meno rispetto a quelli reali) e dell’Empoli, che invece, dovrebbe trovarsi all’undicesimo posto anziché il diciassettesimo reale, con 23,36 punti, ben 7,36 in più.

Ai piani alti, si conferma prima la Juve con 41,17 xPTS, ben 11,83 in meno dei punti reali, infatti la differenza con il Napoli secondo sarebbe ridotta di molto, dati i 38,49 xPTS dei partenopei (5,51 in meno dei 44 punti attuali). Leggermente più staccata dovrebbe trovarsi l’Inter, con 34,37 punti, 4,63 in meno di quelli conquistati sul campo. Ma la vera sorpresa dovrebbe essere l’Atalanta, infatti i bergamaschi hanno totalizzato ben 34,30 xPTS, solo 0,07 in meno dell’Inter, ma 6,30 in più di quelli ottenuti realmente. La squadra di Gasperini si conferma come una di quelle che sciupa di più rispetto a quanto creato. A seguire ci sarebbero Lazio (34,14 xPTS rispetto ai 32 punti), Fiorentina (33,13 xPTS rispetto ai 26 punti attuali), Milan (32,80 xPTS rispetto ai 31 punti) e, infine, Roma (31,38 xPTS rispetto ai 30 punti). Quindi tutte le squadre dal quarto all’ottavo posto della classifica degli xPTS hanno underperformato, mentre le prime tre hanno overperformato. Questo spiega il divario che si è creato nella classifica reale. Non è mai facile fare pronostici Serie A, però questi dati possono servire per farsi un’idea.

Insomma, statistiche da prendere con le pinze, ma che ci dicono che la classifica finale della Serie A potrebbe essere molto diversa da quella attuale. Qui sotto vi riportiamo la classifica degli xPTS.

classifica serie a

 

Insomma dobbiamo aspettarci un’Atalanta in Champions e una Roma fuori dall’Europa? Questo ci dicono i numeri, ma la qualità superiore degli uomini a disposizione di Di Francesco fa pensare che la Roma potrebbe invertire la rotta e passare da un’underperfom a un overperform. In ogni caso dalla terza all’ottava nella classifica degli xPTS ci sono solo 2,99 xPTS di differenza, quindi un rigore o un auotogoal in più possono rimettere in gioco tutti.

Sfrutta queste statistiche su Invictus, un algoritmo dall’iscrizione gratuita che fornisce pronostici scientifici sicuri all’80%. Sulla piattaforma potrai trovare anche altre statistiche e troverai i migliori pronostici di oltre 100.000 scommettitori di tutto il mondo. Provalo gratis.

Tag
Andrea Troccoli

Andrea nasce a Foggia nel 1992, i suoi principali interessi sono sempre stati lo sport, la tecnologia e la finanza. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bologna, si è laureato in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa presso la Sapienza, Roma. Da anni vive a Roma e, come addetto Marketing per Nextwin, può mettere in pratica le conoscenze acquisite e abbinarle alle sue passioni.

  • 1

Potrebbe piacerti anche