Un week end da incubo per la Ferrari sul circuito di Spa-Francorchamps. In molti sapevano che la scuderia di Maranello avrebbe avuto molti problemi su una pista in cui la velocità di punta è tutto, ma i risultati sono stati ancora più deludenti. Per la prima volta nella storia, entrambe le Ferrari sono rimaste fuori dal Q3, non potendo così competere per arrivare a qualificarsi nelle prime dieci posizioni. Charles Leclerc e Sebastian Vettel sono partiti rispettivamente in 13° e in 14° posizione, ma non sono riusciti ad essere competitivi neanche in gara. Dopo le pessime qualifiche, Mattia Binotto aveva parlato di quanto accaduto, spiegando che la Ferrari, avendo un buon passo gara, potesse ottenere qualche punto nella domenica belga. Così non è stato e, anche a causa di problemi alla vettura, Charles Leclerc ha chiuso in 14° posizione, preceduto proprio dal compagno di squadra Sebastian Vettel.

Leclerc
scommesse telegram

La delusione di Charles Leclerc dopo la gara in Belgio

Dopo la gara Charles Leclerc ha parlato ai microfoni dei giornalisti, esprimendo tutta la sua delusione per un risultato che non può far felice nessuno. Per il monegasco questo è sicuramente l’anno più difficile della sua carriera, e ora rischia di perdere anche il prossimo anno con una vettura non competitiva, in attesa che nel 2022 cambi il regolamento.

Leclerc“Oggi non so cosa dire e cosa aggiungere: è brutto, veramente brutto. Dobbiamo fare qualcosa. In macchina ho provato a dare il massimo, ma oggi era veramente difficile. Ho avuto dei piccoli problemi, poi non riusciamo a sorpassare con il DRS aperto. Come ci presentiamo a Monza? Sarà molto difficile. Magari per Mugello e Imola c’è speranza di tornare a dove eravamo prima, per Monza la vedo davvero molto difficile”

Le parole di Sebastian Vettel

Anche Sebastian Vettel non può ritenersi soddisfatto di quanto accaduto nella gara di oggi. Per 44 giri il quattro volte campione del mondo, lottando con vetture teoricamente non all’altezza della Ferrari, come l’Alfa Romeo o l’Alpha Tauri. Una gara da dimenticare per Vettel, che si prepara a salutare la Ferrari dopo cinque anni nel peggiore dei modi.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


“Spa-Francorchamps è una delle piste dove la potenza del motore è più importante e sotto questo punto di vista noi fatichiamo tanto. Quindi era prevedibile che avremmo perso un po’ di competitività. Certo che è strano essere rimasti dietro a macchine rispetto alle quali siamo normalmente più veloci anche in gara, come le Alfa Romeo. Quindi probabilmente è successo qualcosa che non ci è ancora chiaro. Credo, e spero, che possa essere qualcosa di specifico legato alla pista di Spa. Ora dobbiamo lavorare sodo per imparare da questo weekend e fare il meglio possibile nelle prossime due gare, che per noi sono molto importanti. Dobbiamo concentrarci su Monza e il Mugello. Però al tempo stesso è obbligatorio essere realisti non possiamo pretendere miracoli. Il pacchetto è quello che è, non siamo forti come ci piacerebbe. Dobbiamo comunque mantenere l’ottimismo anche se i lati positivo non sono molti”.

Nel 19° giro del Gran Premio del Belgio abbiamo potuto vedere uno scontro in pista tra le due Ferrari. Charles Leclerc aveva iniziato molto bene la gara, realizzando un sorpasso mozzafiato nell’ultima curva, ma un problema tecnico lo ha costretto a rallentare e a tornare ai box prima del previsto, perdendo molte posizioni. Il monegasco si è trovato così in 14° posizione dietro al suo compagno di squadra Sebastian Vettel.

Quando Leclerc si è trovato alle spalle di Vettel ha avuto la possibilità di superarlo, andandoci molto vicino. Il tedesco gli ha però chiuso la porta, sfiorando anche la gomma anteriore di Leclerc, rischiando forse qualcosa di troppo. Questo dimostra ancora una volta la mancanza di comunicazione in casa Ferrari, dove dal muretto sarebbero dovuti arrivare ordini ben precisi. Un segno in più della stagione da dimenticare della scuderia più vincente in Formula 1 che, si spera, possa tornare a vincere quanto più presto possibile.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Leclerc
Leclerc