Quando la Var entrò in funzione nel campionato italiano, molti addetti ai lavori speravano che la sua applicazione avrebbe placato molte polemiche alla fine delle partite. Nonostante la tecnologia aiuti gli arbitri nell’evitare errori clamorosi, spesso il suo utilizzo fa dubitare molti allenatori e calciatori. Lo sa bene Carlo Ancelotti che, nel pareggio del suo Napoli contro l’Atalanta, ha recriminato un calcio di rigore per fallo su Llorente ed è stato ingiustamente espulso dall’arbitro Giacomelli. Dopo la fine della partita, Ancelotti ha espresso tutta la sua rabbia e l’amarezza per l’andamento della partita.

La rabbia di Carlo Ancelotti

Ancelotti viene espulso dall’arbitro Giacomelli

“C’è un chiaro disinteresse del difensore, non c’è da discutere, è lapalissiano. Ma quale gomito? Il difensore non si interessa della palla, non la guarda, Kjaer si disinteressa del cross e va direttamente su Llorente che poi perde l’equilibrio. Ma ormai siamo arbitrati dal Var” . Così Ancelotti chiarisce la situazione sul fallo da rigore di Kjaer su Llorente, fallo che non è stato però ravvisato dall’arbitro, che non è neanche stato richiamato dalla Var. Ancelotti ha anche risposto e spiegato la sua espulsione, ritenuta assurda dall’arbitro azzurro. “L’arbitro mi ha detto di aiutarlo a sistemare le cose, gli ho chiesto se non gli venisse il dubbio-rigore e mi ha cacciato fuori…”. 

Dopo lo sfogo, Ancelotti ha analizzato con più calma la partita del suo Napoli che, dal punto di vista del gioco, ha messo sotto l’Atalanta e avrebbe meritato la vittoria.

“La squadra ha giocato molto bene e meritava un risultato diverso. Mi sento un po’ deluso, mi sento un po’ attaccato. Un attacco alla mia serietà, alla mia professionalità, alla mia squadra e alla mia società. Voglio parlare il meno possibile. I singoli? Fabian Ruiz ha giocato molto bene, con Zielinski ha pressato molto bene. Abbiamo avuto un buon controllo della partita nella seconda parte. Milik è un patrimonio importante per la società, un calciatore giovane che sta rinnovando con la società”.


Scarica l’app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.


Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.