Il Barcellona non è soddisfatto da Quique Setièn, e vorrebbe fare un cambiamento in panchina. Il nome uscito in queste ore è quello di Xavi, che dopo aver rifiutato il ruolo a gennaio, ora sembra pronto a prendere le redini dei blaugrana. La trattativa per Lautaro Martinez diventa sempre più un mistero, con le intenzioni dell’argentino ancora da chiarire. Harry Kane si prepara a lasciare il Tottenham dopo 7 anni, su di lui c’è l’interesse del Real Madrid e del Manchester United.

Xavi
Xavi

Xavi è pronto a tornare al Barcellona

Dopo il suo addio al Barcellona nel 2015, Xavi ha intrapreso una nuova avventura durata quattro anni all’Al-Sadd, squadra di Doha, Qatar. Il numero 6 blaugrana però, lasciò una promessa, dicendo che un giorno sarebbe tornato a Barcellona. A gennaio, dopo l’esonero di Valverde, fu lui il primo nome proposto per la panchina, ma Xavi rifiutò  la prima offerta, non sentendosi pronto per prendere in mano la squadra. Xavi avrebbe preferito, infatti, allenare la squadra partendo dal ritiro estivo, per avere tutto il tempo per far penetrare nei giocatori le sue idee di gioco, molto vicine a quelle di Guardiola, che il Barcellona sembra ormai aver perso.
Dopo il rifiuto di gennaio però, ecco che l’ex capitano torna alla carica, proponendosi per la panchina del Barcellona. L’ex stella catalana ha ottimi rapporti con i senatori blaugrana, come Messi, Piquè, Busquets e Jordi Alba, e questo sarebbe fondamentale per il futuro della squadra. Molti allenatori, a partire da Valverde, hanno avuto problemi con alcuni giocatori, e questi problemi hanno rallentato tutti.
Xavi ha però posto delle condizioni per il suo ritorno, chiedendo anche il ritorno di persone fidate, anche loro ex stelle del Barcellona.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


“Ora è chiaro nella mia testa, voglio tornare al Barcellona. Ora che ho iniziato ad allenare, sento che ho delle cosa da dare ai giocatori, qualcosa che potrei insegnarli. Ho già chiarito con la società che però vorrei iniziare un progetto da zero, riprendere tutto da capo. Vorrei prendere in mano la situazione con persone fidate come Carles Puyol e Jordi Cruijff. Neymar? Sarebbe un sogno. Non so se si adatterebbe all’ambiente sociale, ma dal punto di vista calcistico non ho dubbi sul fatto che sarebbe un grandissimo affare”.
E’ chiaro che con l’emergenza Coronavirus che, purtroppo, sta colpendo duramente anche la Spagna, prima che inizino dei veri e propri movimenti di mercato ci vorrà tempo, e anche per Xavi sarà difficile poter prendere in mano la squadra in tempi brevi. I tifosi più appassionati del Barcellona però, sperano di poter riabbracciare quello che per 17 anni è stato uno delle colonne della squadra, nonché uno dei centrocampisti più forti che il calcio moderno possa ricordare.

Lautaro Martinez è un rebus

Rimanendo in casa Barcellona, continua la telenovela per Lautaro Martinez. Dall’Italia e dalla Spagna arrivano notizie contrastanti, sulla permanenza o meno dell’argentino all’Inter. Dalle notizie arrivate ieri, infatti, sembrava che Lautaro Martinez avesse finalmente chiesto la cessione, ormai convinto dal Barcellona sulla possibilità di essere titolare con i blaugrana, e non essere solo un’alternativa a Luis Suarez. Mentre i media e i giornali iberici portano avanti questa notizia, i giornali nostrani parlano invece di una retromarcia da parte del numero 10, che avrebbe invece dato la sua parola riguardo una permanenza nella squadra nerazzurra.
Quale sarà quindi il futuro di Lautaro Martinez? Le situazione sta diventando a dir poco paradossale, con notizie contrastanti che arrivano in ogni momento. E’ molto strano pensare che l’affare, alla fine, non venga concluso, dato che da quasi un anno il Barcellona insiste per l’argentino, e Lautaro Martinez, grande amico di Messi, sembra ormai da tempo convinto al trasferimento. Non resta però che aspettare, e vedere come evolverà la situazione nei prossimi giorni.

Harry Kane vuole lasciare il Tottenham

Xavi Barcellona Kane

Harry Kane lascerà il Tottenham?

Cresciuto nelle giovanili del Tottenham tra il 2004 e il 2010, Harry Kane è da ormai sette anni una colonna degli Spurs. Goleador, capitano, vero e proprio trascinatore della squadra, è stato per anni l’idolo dei tifosi, anche per la sua scelta di non cambiare maglia. Ora però, sembra che questa scelta sia completamente cambiata, e i media inglesi parlano di un “mal di pancia” di Kane, che vorrebbe così cambiare squadra. Il numero 10 sarebbe stanco di giocare in una squadra incapace di lottare per i traguardi più ambiziosi (nonostante la finale di Champions League nell’ultima stagione), e si starebbe già guardando intorno. Il Tottenham non vince un trofeo dal 2008, e Kane non avrebbe più intenzione di rimanere in un club perdente.
Quello del bomber degli Spurs sembra un vero e proprio ultimatum, ma dove potrebbe andare? Su di lui c’è da tempo l’interesse del Real Madrid, che vogliono trovare il giusto erede di Karim Benzema. I blancos hanno però deciso di non investire troppi milioni sul mercato, investendo su tre giovani di talento individuati da Zinedine Zidane. Anche se così non fosse, il Real Madrid avrebbe ormai scelto altri obiettivi, messi davanti ad Harry Kane, come Kylian Mbappé. Togliendo gli spagnoli, dove potrebbe andare Kane? La risposta più probabile sembra essere il Manchester United. Anche i Red Devils sono infatti interessati, da anni, al giocatore, e potrebbero scegliere proprio lui come il grande investimento di questa sessione di mercato.
C’è da dire però che anche il Manchester United fatica ormai da tempo ad essere competitivo per il raggiungimento di alti traguardi e, per Kane, non sarebbe un salto di qualità così alto, come potrebbe essere invece il Real Madrid.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Xavi
Xavi