La Lazio continua a puntellare la rosa e, su consiglio di Lucas Leiva, ecco che nasce l’idea Dejan Lovren per la difesa. La Roma lavora al rinnovo di Lorenzo Pellegrini, che non è però ancora sicuro di rimanere a vestire la maglia giallorossa. Rodrigo De Paul lascerà l’Udinese a fine stagione: sarà un nuovo giocatore del Milan? Antonio Conte vuole un’Inter più giovane e punta Chiesa e Castrovilli.

Lazio
Lazio

Lazio: idea Lovren per la difesa

La Lazio pensa a costruire la rosa del futuro. Il direttore sportivo, Igli Tare, ha puntato gli occhi su Lovren.
In questo momento di stop la Lazio ne sta approfittando per pianificare le prossime mosse dal mercato e nel mirino dei biancocelesti sarebbe finito il difensore del Liverpool, Dejan Lovren, attualmente con il contratto in scadenza nel giugno del 2021 il cui rinnovo al momento con i Reds sarebbe in fase di stallo. Sarebbe un rinforzo importante per la squadra allenata da Simone Inzaghi, che vorrebbe alzare il tasso tecnico e aumentare il livello di esperienza, considerato anche che la prossima stagione quasi sicuramente giocherà anche la Champions League. Lovren sarebbe stato consigliato da Lucas Leiva, suo ex compagno di squadra ai tempi del Liverpool. Sul difensore è forte anche la concorrenza del Tottenham, del Lione e in Italia dal Milan, che aveva già provato a prenderlo in estate senza successo. I rossoneri potrebbero però rinunciare al difensore croato nel caso in cui Simon Kjaer venisse riconfermato nella rosa rossonera.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


La Roma al lavoro per il rinnovo di Pellegrini

Lazio Roma De Paul

La Roma al lavoro sul rinnovo di Pellegrini

Cambiamo squadra, ma non cambiamo città perché dalla parte della Roma giallorossa la priorità resta senza dubbio il rinnovo di Pellegrini, indipendentemente dal cambio di proprietà. Secondo quanto è stato trapelato negli ultimi giorni da Trigoria, il prolungamento del contratto del giovane centrocampista romano resta senza dubbio la priorità, sia che cambi la società sia che rimanga al timone James Pallotta. L’obiettivo è quello di adeguare l’ingaggio e togliere quella clausola da soli 30 milioni di euro e, inoltre, c’è la volontà del giocatore di rimanere a Roma vestendo la maglia giallorossa. Lorenzo Pellegrini è infatti da sempre tifoso della “magica”, nella quale è cresciuto nel settore giovanile fino ad arrivare in prima squadra dopo l’esperienza al Sassuolo. Su di lui c’è la pesantissima “benedizione” di Francesco Totti, che prima di lasciare la società come dirigente, aveva parlato del numero 7 come del campione del futuro. Dopo un’ottima prima parte di stagione, Pellegrini è calato nettamente nel rendimento e nello spirito mostrato in campo. Problemi personali o voglia di cambiare aria?

De Paul via dall’Udinese, dove andrà l’argentino?

Udinese, De Paul via a fine stagione ? Come è stato riportato nei giorni scorsi a fine stagione Rodrigo De Paul lascerà l’Udinese. Il numero dieci argentino, che sta trascinando i friulani con ben cinque gol messi a segno e due assist per i compagni, a gennaio ha strappato una promessa dal patron Pozzo per lasciarlo andare a fine stagione. Su di lui c’ è forte l’interesse del Milan, che è pronto ad offrire qualche contropartita tecnica per abbassare il costo del cartellino, ma l’Udinese vorrebbe solo soldi cash ed è per questo che è tornata forte la Fiorentina di cui è un vecchio pallino soprattutto del diesse dei Viola, Pradè ed è pronta ad offrire i trenta milioni richiesti dalla società dei Pozzo. La cosa certa è che l’ argentino lascerà l’ Udinese.

L’Inter punta sui giovani: Conte vuole Chiesa e Castrovilli

Lazio Roma De Paul

Chiesa nel mirino dell’Inter

Passiamo all’Inter, che questa estate su precisa richiesta di Antonio Conte, darà l’ assalto ai gioielli della fiorentina, Federico Chiesa e Gaetano Castrovilli. Uno degli obiettivi sensibili dei nerazzurri è proprio il giovane centrocampista viola, vera e propria rivelazione di questa stagione del campionato attuale. I nerazzurri hanno già Sensi ed Eriksen in rosa, ma l’ex Bari piace così tanto a Conte, Zhang, e a tutta la dirigenza che hanno già aperto da diversi mesi una corsia preferenziale come dimostra anche lo scambio tra Biraghi e Dalbert effettuato questa estate. Ma il sogno dell’ ex tecnico della nazionale italiana si chiama Federico Chiesa. Il tecnico salentino ha sempre avuto un debole per Chiesa che lo immagina esterno nel suo 3-5-2 a destra a tutta fascia da alternare con Antonio Candreva, ormai un po’ in la con gli anni. Conte che lo avrebbe voluti anche quando allenava il Chelsea, ha chiesto alla dirigenza uno sforzo dal punto di vista economico per accontentarlo ma la Fiorentina e Rocco Commisso stanno già preparando il rinnovo contrattuale con adeguamento. Chissà se una buona offerta dei nerazzurri potrebbe far vacillare sia il ragazzo sia la stessa fiorentina.

La Sampdoria punta Sabelli, ma c’è l’idea Balotelli

In attesa di riprendere il campionato e la lotta salvezza, la Sampdoria e l’ Udinese di stanno contenendo un calciatore che con ogni probabilità andrà in serie B. Si tratta di Sabelli del Brescia, ora finito ultimo in classifica dopo la vittoria della Spal nell’ultima partita giocata prima dello stop forzato. Il giovane terzino destro delle Rondinelle questa estate non ha saltato neanche una partita di campionato avrebbe una valutazione di circa 10 milioni di euro, ma il presidente Massimo Cellino potrebbe fare uno sconto se il Brescia dovesse andare in serie B. Sabelli è quindi conteso da Udinese e Sampdoria, con i doriani che pensano a un altro clamoroso colpo dal Brescia: Mario Balotelli. Per il momento resta soltanto una suggestione, ma sicuramente Balo cambierà aria e non resterà in serie B e di conseguenza la Samp potrebbe provarci avendo anche argomenti convincenti. Se così fosse sarebbe un’ altra, l’ ennesima occasione, per l’ ormai trentenne attaccante italiano. Calciatore difficile da trattare, ma forse l’esperienza e le grandi capacità gestionali di Claudio Ranieri potrebbero aiutarlo a trovare la giusta concentrazione in campo, sempre ammesso che il tecnico romano rimanga a Genova anche per la prossima stagione.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Lazio
Lazio