Dopo mesi difficili causati dalla pandemia di Covid-19, finalmente abbiamo potuto assistere alla finale di Champions League. A trionfare nella spledida serata di Lisbona è stato il Bayern Monaco, che grazie ad un goal nella ripresa di Kinglsey Coman ha messo fine ai sogni del Paris Saint Germain di alzare al cielo la coppa per la prima volta nella sua storia. Nonostante la buona prestazione dei francesi, la squadra di Tuchel viene tradita dalla sua stella Kylian Mbappé, troppo impreciso davanti la porta. I bavaresi alzano così la sesta Champions League della loro storia, realizzando un altro triplete dopo quello del 2013.

Monaco
scommesse telegram

Il Bayern Monaco trionfa in Champions League, niente da fare per il Paris Saint Germain

C’era tanta attesa prima della finale. Il Bayern Monaco solido di Flick, Lewandowski e Muller contro il talento e la freschezza del Paris Saint Germain guidato da Kylian Mbappè e Neymar. A trionfare sono stati i tedeschi, semplicemente più solidi sotto il punto di vista del gioco e perfetti nello sfruttare l’unica vera sbavatura difensiva del PSG.
Sono proprio le stelle dei parigini a tradire le aspettative, con un Neymar che le prova tutte ma non riesce ad incidere, un Di Maria evanescente e Mbappé forse tradito dalle emozioni. Nonostante a 19 anni abbia già vinto un mondiale con la Francia da protagonista, il numero 7 del Paris Saint Germain appare troppo sotto pressione, sbagliando almeno tre goal facili che avrebbero potuto cambiare la storia di questa finale. Difficile però battere un Bayern Monaco quasi perfetto, capace di chiudere la stagione con l’ennesimo triplete e l’incredibile record in Champions League, diventando la prima squadra a vincere tutte le partite giocate in questa competizione nel corso di un anno. Serata difficile per Lewandowski che viene marcato perfettamente da Thiago Silva e, nonostante un palo, non riesce ad incidere. Perfetta invece la prestazione di Thiago Alcantara, re del centrocampo, così come quella di Neuer che torna ai suoi massimi livelli e compie parate pazzesche e fondamentali. Ma il premio di migliore in campo va a Kingsley Coman, decisivo nel colpo di testa che regala la Coppa dalle grandi orecchie al Bayern Monaco.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


La cronaca della partita

Ad inizio partita le due squadre si equivalgono, ma è il Bayern Monaco a gestire il gioco. I bavaresi scelgono di partire con un pressing molto aggressivo, mettendo in difficoltà i francesi, che non riescono a far partire le azioni con tranquillità. Al 18′ minuto arriva il primo squillo del match, con Neymar che spara un tiro rasoterra con il mancino, parato da Neuer in uscita. La palla torna sui piedi del brasiliano che al volo cerca di mettere la palla in mezzo servendola ad un Di Maria completamente libero, ma il numero 1 del Bayern Monaco è di nuovo perfetto nel mettere la palla in calcio d’angolo con il piede.
Il Bayern Monaco risponde subito con un’azione solitaria di Lewandowski, che prende la palla in mezzo all’area francese, si gira perfettamente e spara un destro che beffa Navas, che viene però salvato dal palo.

Dopo venti minuti è il Paris Saint Germain a prendere in mano il pallino del gioco, mentre la squadra di Flick appare invece in difficoltà. Di Maria sfiora un altro goal con un destro, che vola però alto sulla traversa, mentre pochi minuti dopo è ancora Lewandowski ad essere pericolos, ma Navas è di nuovo pronto a salvare la propria porta.
Al 45′ arriva il primo errore clamoroso di Kylian Mbappé, che riceve un pallone al limite dell’area, ha spazio per tirare, ma il suo destro è troppo debole e centrale, con Neuer che non ha difficoltà a bloccare.

Monaco

Nella ripresa cambia il registro del match. Il Paris Saint Germain è troppo stanco e fatica a lanciare in profondità i suoi fenomeni, mentre il Bayern Monaco può gestire con tranquillità il pallone. Al 59′ ecco il goal che cambia la partita. Kimmich mette un cross perfetto sul secondo palo, con la difesa francese che si concentra su Lewandowski e permette a Coman di inserirsi sul secondo pallo, mettendo la palla alle spalle di Navas. E’ il goal che cambia la partita, sia per il risultato sia per la gestione mentale della squadra di Tuchel, che non riesce a riprendersi. La stanchezza si fa sentire, e il tridente Neymar, Mbappé e Di Maria non riescono a ribaltare la situazione.
Al 70′ è Marquinhos ad avere un’occasione importante, ma Neuer è nuovamente perfetto nella sua uscita, e con il piede evita il pareggio.

Il migliore

Kingsley COMAN –Flick sceglie di schierare il francese al posto di Ivan Perisic, e non sbaglia. Coman è una continua spina nel fianco per la difesa del Paris Saint Germain, troppo spesso in difficoltà sulle sue avanzate. Dopo stagioni difficili a causa dei molti infortuni (a 24 anni rischiò di dover dire addio al calcio) si prende la sua rivincita e si regala la prima Champions League della carriera.

Il peggiore

Kylian MBAPPE –Era la stella più attesa di questa partita. Dopo aver vinto il Mondiale con la Francia nel 2018, aveva la possibilità di salire definitivamente alla ribalta conquistando la Champions League. La sua serata però è a dir poco negativa e, nonostante ci provi, i tanti errori sono fatali. Ha la palla per il vantaggio nel primo tempo e quella per il pareggio nel finale di partita, ma le spreca entrambe. Da un giocatore con la sua qualità ci si aspetta sempre di più.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Monaco
Monaco