Sabato 6 aprile, alle ore 20.45, andrà in scena la gara Barcellona – Atletico Madrid, valida per la 31esima giornata della Liga. Un autentico big match che metterà di fronte le prime due della classifica: i blaugrana sono in vetta con 70 punti e i Colchoneros inseguono a 62. Con tutta probabilità, a sette turni dalla fine, per l’Atletico è l’ultima possibilità di riaprire i giochi in Liga, invece un pareggio o un successo dei padroni di casa sancirebbe la vittoria virtuale del Barcellona. Dando lustro alle statistiche, vediamo il pronostico di Barcellona-Atletico Madrid.

Barcellona-Atletico Madrid: una previsione che vale la Liga

Il Barça sta vivendo una stagione entusiasmante, con l’approdo ai quarti di finale di Champions League e un cammino da schiacciasassi totale nel campionato spagnolo, come testimoniato dalla prima piazza consolidata da varie settimane e dalla striscia di cinque vittorie consecutive interrotta nel recente turno infrasettimanale con il pirotecnico 4-4 contro il Villareal. A tutto questo si deve corroborare il fatto che il Barcellona ha ottenuto il pass per la finale di Copa del Rey, la coppa nazionale spagnola. L’Atletico Madrid al contrario ha già fallito due obiettivi stagionali, poiché è stato eliminato agli ottavi di finale della Copa del Rey dal Girona, e in Champions League ha dovuto cedere il passo – sempre agli ottavi – alla Juventus, subendo una clamorosa rimonta. In campionato la truppa di Simeone viene da sei affermazioni negli ultimi sette match, ma la distanza dai Blaugrana è di otto punti e al Camp Nou sarà la chiamata finale per tenere la fiammella accesa nella lotta alla massima divisione spagnola.

Barcellona-Atletico Madrid, analisi prepartita e statistiche

Barcellona e Atletico sono due squadre che giocano agli antipodi: la prima predilige il possesso, un’impronta di calcio offensivo e diversi fraseggi veloci palla a terra; la seconda al contrario non ama molto tenere in mano il pallino del gioco e preferisce le ripartenze, adottando un atteggiamento di attesa dietro la linea della palla, e concretezza davanti.

Il dato più esemplificativo delle due filosofie di calcio opposte riguarda le reti realizzate fino ad ora in Liga: il Barcellona è il miglior attacco della competizione spagnola con 79 reti, – pensate che il Real Madrid, seconda squadra con più gol, è a 52 segnature, circa un terzo in meno dei blaugrana – mentre l’Atletico ha totalizzato 45 reti fatte; un abisso di 34 gol tra le due compagini.

Da segnalare che Lionel Messi è in un periodo di forma strepitoso e in campionato è il Picichi virtuale della Liga con 32 gol realizzati in 30 giornate, oltre ad aver dispensato 12 assist. E al secondo posto della classifica capocannonieri troviamo un suo compagno di squadra: il pistolero Suarez con 19 gol. Il top scorer dell’Atletico Madrid è invece Griezmann, che ha siglato 13 reti.

Delle 79 realizzazioni dei catalani, più della metà (55) provengono da azione manovrata, segno dell’impronta lasciata da Valverde nello stile di gioco dei blaugrana. Ma la squadra di casa segna anche svariati gol da calcio piazzato: 14 volte è andata a segno da punizione o corner; l’Atletico invece, in controtendenza a quella che può sembrare una prima impressione, ha totalizzato 12 gol da azione di calcio piazzato. Perciò, nonostante la rosa di Simeone sia ben strutturata fisicamente e dotata di grandi saltatori del calibro di Godin, Gimenez, Diego Costa e Rodri, in questa stagione hanno leggermente fatto meglio i blaugrana, che oltre ai due centrali e Busquets non dispone di gente forzuta e muscolosa nei duelli aerei.

I castigliani però vantano la miglior difesa del campionato con appena 19 gol subiti in 30 match; il Barça ne ha presi 31, risultando la quarta retroguardia meno battuta della competizione. I Colchoneros quindi difendono allo strenuo la loro porta e di conseguenza sono molto più fallosi e maggiormente sanzionati dal punto di vista disciplinare; basti pensare che gli uomini di Simeone hanno collezionato in totale 81 cartellini gialli e quelli di Valverde 60.


Scarica l’app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.


Barcellona-Atletico Madrid, probabili formazioni

In casa Barcellona l’infermeria conta tre giocatori: Rafinha, che ha già finito la stagione, il secondo portiere Cillessen e Dembelé, che con tutta probabilità non ci sarà per il “big match”; inoltre non ci sarà Vidal squalificato. Mister Valverde dovrebbe quindi riproporre il classico 4-3-3 con Messi, Coutinho e Suarez in attacco; in difesa sarà ballottaggio tra Umtiti e Lenglet per affiancare Pique, ma Lenglet appare favorito.

I castigliani arrivano al Camp Nou senza elementi in squalifica, ma tra le fila di Simeone non si sa ancora bene se Diego Costa farà parte del match, anche se filtra pessimismo a riguardo; pure Lemar è in dubbio per sabato. Lucas Hernandez invece non ci sarà di sicuro per il grave infortunio al ginocchio subito a febbraio.

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen, Sergi Roberto, Pique, Lenglet, Jordi Alba; Rakitic, Busquets, Arthur; Messi, Suarez, Coutinho.

ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak, Juanfran, Godin, Gimenez, Filipe Luis; Koke, Rodri, Thomas, Saul; Griezmann, Morata.

Pronostico dell’esperto e Consigli scommesse Barcellona-Atletico Madrid  

Sarà una partita tirata, dove l’Atletico cercherà in tutti i modi di infittire le linee di difesa e centrocampo per bloccare le ragnatele di passaggi del Barcellona per poi ripartire in contropiede, tuttavia appare molto complicato assistere ad una sconfitta per la compagine capitanata da Messi. Il Barcellona è favorito, anche se nel calcio mai dire mai.

Dove vedere la diretta streaming di Barcellona-Atletico Madrid

Sarà possibile seguire la partita nei seguenti bookmakers, in diretta streaming: Snai, bet365, Sisal, Betflag.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.