fbpx

Scrivi quello che vuoi cercare

Arsenal – Napoli: analisi tattica, statistiche e pronostico

Giovedì 11 Aprile, alle ore 21:00, si terrà la partita tra Arsenal e Napoli, valida per l’andata dei Quarti di Finale di Europa League. Il match dell’Emirates Stadium contrapporrà due squadre che, negli ultimi dieci anni, si sono scontrate soltanto 3 volte nel 2013: un’amichevole e due partite di Champions League. Andiamo a stilare allora il pronostico di Arsenal – Napoli, per capire, secondo le statistiche, come andrà a finire.

Arsenal – Napoli, la sfida tra due filosofie

L’Arsenal, senza troppi giri di parole, rappresenta una delle squadre inglesi più altalenanti sul piano dei risultati. L’egemonia di Wenger sulla panchina dei Gunners non è servita ad imprimere una netta filosofia di gioco alla compagine londinese, che attualmente ricopre la quarta posizione in Premier League a pari merito con il Manchester United. Gli ultimi incontri dell’Arsenal segnano un bilancio positivo, ma se guardiamo proprio all’Europa League la questione cambia leggermente: contro lo Stade Rennais è servito un 3-0 all’Emirates per ribaltare la sconfitta per 3-1 dell’andata, squadra che ricopre la decima posizione in Ligue 1. Lo stesso vale per il match precedente, che ha segnato una sconfitta fuori casa contro il BATE Borisov, poi rimediata al ritorno. Il trend sembra essere seguito parzialmente dal Napoli, che è riuscito a passare il turno vincendo contro il Salisburgo per 3-0 in casa, ma soffrendo comunque un 3-1 al match di ritorno fuori casa. Dal canto suo il Napoli può vantare un’altra ottima stagione in campionato, che dimostra come la squadra ha tutte le potenzialità per poter fare bene in Europa.

Arsenal – Napoli, analisi prepartita e statistiche

Va sottolineato da subito un dettaglio fondamentale: Arsenal e Napoli non hanno giocato lo stesso numero di incontri in Europa League. Il Napoli infatti è reduce anche dall’esperienza in Champions League, dalla quale è uscito durante la fase ai gironi. Un paragone accurato quindi è difficile da compiere basandosi esclusivamente sulle statistiche.

Il bilancio dei gol segnati è ovviamente a favore dei Gunners: dei 19 gol fatti, 11 provengono da azioni manovrate (8 su 9 gol totali per il Napoli), 3 da calcio piazzato, 3 di contropiede e 1 di rigore (mentre il Napoli registra zero reti per ognuna di queste tipologie). La maggioranza delle azioni offensive che hanno portato a questi gol per l’Arsenal provengono dalla fascia sinistra (il 42% delle manovre passa da lì), che è anche la fascia da cui proviene il 23% dei tiri totali. Nonostante ciò, per i Gunners non esiste un interprete fisso su questa zona di campo: alternativamente vengono schierati Kolasinac, Iwobi oppure Aubameyang. L’ex Milan ha segnato oltretutto 4 gol in 7 partite di Europa League, classificandosi per i Gunners come il primatista di reti al momento.

Si può comunque riscontrare un dato piuttosto chiaro per quanto riguarda la difesa, che non sembra essere troppo influenzabile dal numero di partite. Ricordiamo che l’Arsenal ha giocato 10 partite, mentre il Napoli soltanto 4: durante queste 4 partite però i partenopei hanno concesso 16.8 tiri a partita, contro i ben più esigui 9.2 dell’Arsenal. Di sicuro è sbagliato considerare soltanto la matematica in questo caso, ma la cifra sembra comunque elevata.

Un altro dato chiarissimo riguarda l’efficienza in attacco del Napoli, che con il medesimo numero di tiri per partita (all’incirca 14.5) è già riuscito a capitalizzare 9 gol, mentre l’Arsenal 19 in 10 partite. Il dato è equiparabile e sembra identificare una medesima capacità di arrivare al gol. La media gol per tiro è di poco superiore per il Napoli (15% contro 13% dell’Arsenal), ma anche in questo caso parliamo di un dato poco sfruttabile.

Ciò che potrebbe davvero fare la differenza sono i giocatori. Di qualità in campo se ne vedrà davvero molta: a cominciare dal già citato Aubameyang che, oltre ai 4 gol in Europa League, ne ha collezionati altri 17 in Premier League piazzandosi al quarto posto in classifica marcatori. Il suo collega di reparto, il francese Lacazette, ne ha segnati ben 13: la coppia d’attacco è formidabile e temibile per qualsiasi difesa.

I partenopei possono vantare Milik, in una forma a dir poco smagliante e autore di 16 gol in Serie A; Allan, assoluto pilastro di centrocampo (90% di precisione passaggi nel cammino in Serie A, con un ottimo 68.1% di percentuale recupero palloni); Fabian Ruiz autore di una stagione oltre ogni aspettativa e Koulibaly, colosso difensivo che ha dimostrato più volte di avere la stoffa per diventare il miglior difensore centrale al mondo.

Sfrutta queste statistiche su Invictus, un algoritmo dall’iscrizione gratuita che fornisce pronostici scientifici sicuri all’80%. Sulla piattaforma potrai trovare anche altre statistiche e troverai i migliori pronostici di oltre 100.000 scommettitori di tutto il mondo. Provalo gratis.

Arsenal – Napoli, probabili formazioni

Per quanto riguarda l’Arsenal, restano confermati soltanto gli infortuni più gravi, rappresentati da Welbeck, Holding e Bellerin. Out anche Ramsey.

In casa Napoli Ancelotti dovrà fare a meno di Insigne, che nel peggiore dei casi potrebbe saltare anche il match di ritorno, oltre ad Albiol e Diawara, entrambi fuori per infortuni a lungo termine.

ARSENAL (3-4-1-2): Cech; Mustafi, Koscielny, Monreal; Maitland-Niles, Xhaka, Mkhitaryan, Kolasinac; Özil; Lacazette, Aubameyang.

NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit (Hysaj), Koulibaly, Maksimovic (Luperto), Mario Rui; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski; Milik, Mertens.

Pronostico dell’esperto e Consigli scommesse Arsenal – Napoli

Le due squadre, almeno sulla carta, sembrano avere molti punti in comune. Tuttavia entrambe hanno sofferto parecchio le trasferte, motivo per cui questo match di andata ci sembra possa pendere a favore dell’Arsenal. Molto dipenderà dalla condizione fisica con cui arriveranno i giocatori, dato che l’Arsenal sarà senza una pedina fondamentale come Ramsey.

Dove vedere la diretta streaming di Arsenal – Napoli

Sarà possibile seguire Arsenal – Napoli in diretta in chiaro su TV8, oppure in diretta streaming nei bookmakers Snai, Sisal, bet365 e Goldbet.

Tag
Andrea Troccoli

Andrea nasce a Foggia nel 1992, i suoi principali interessi sono sempre stati lo sport, la tecnologia e la finanza. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bologna, si è laureato in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa presso la Sapienza, Roma. Da anni vive a Roma e, come addetto Marketing per Nextwin, può mettere in pratica le conoscenze acquisite e abbinarle alle sue passioni.

Potrebbe piacerti anche