La sconfitta contro il Milan è stata un vero disastro per la Juventus. I bianconeri sono capitolati subendo tre goal, e ora rischiano addirittura di dover dire addio alla Champions League. Dopo la partita, Andrea Pirlo ha parlato della brutta prestazione dei suoi ragazzi, prendendosene le colpe principali. Allo stesso tempo però, il mister bianconero ha rigettato qualsiasi ipotesi di dimissioni anticipate.

Pirlo
scommesse telegram

Le parole di Andrea Pirlo dopo Juventus-Milan

Cosa non ha funzionato nella Juventus?

“Ieri ho detto che avevo visto la squadra bene questa settimana, c’eravamo allenati con la giusta mentalità, la giusta concentrazione, vedevo una squadra viva, che era convinta di fare una grande partita perchè contro il Milan è sempre una grande partita, in più era uno scontro diretto per la Champions, invece purtroppo non è stato così. Avevamo iniziato anche abbastanza bene, poi piano piano alcuni episodi l’hanno cambiata e ci siamo un po’ disuniti e quindi poi il risultato finale è diventato questo”

Dopo questa sconfitta potrebbero arrivare le dimissioni?

“Ho intrapreso questo lavoro con tanto entusiasmo, tante difficoltà e altre cose, però il mio lavoro va avanti, sono a disposizione, perchè lavoro in una grande società, sapevo di avere delle difficoltà davanti, penso di poter fare meglio, di poterne uscire insieme alla squadra. Adesso è un momento difficile però bisogna guardare avanti, mancano ancora tre partite, quindi io continuerò a fare il mio lavoro finchè mi sarà consentito”


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Le difficoltà affrontate dalla Juventus in questa stagione

“No, non è resistente al cambiamento, però hai delle cose in testa da voler fare, magari con certi tipi di giocatori diventa più difficile, però questo è quello che abbiamo a disposizione, è giusto lavorare con questi. Se non sono riuscito a tirare fuori il meglio da loro sicuramente è colpa mia, dovevo fare meglio, ma sono qua alla Juventus e quindi era doveroso fare di più, dover fare meglio, se qualcosa non è andato nel verso giusto mi prendo tutte le responsabilità. La squadra era composta da grandi giocatori, si vede qualcosa non sono riuscito a tirargli fuori”
Pirlo

La conferenza stampa di Stefano Pioli 

Sulla scelta di Brahim Diaz

“Si cerca sempre di preparare una strategia per la gara, poi scegliamo i giocatori adatti per le caratteristiche. Calhanoglu e Diaz sono più bravi a lavorare sulla trequarti. Stasera non può essere solo un singolo, è una vittoria di squadra. Abbiamo vinto meritatamente. Siamo contentissimi per i nostri tifosi che stamattina ci hanno emozionato, ora dobbiamo pensare alla prossima”.

E’ la vittoria più bella della stagione?

“Abbiamo fatto una grande partita, uno scontro diretto in questo momento del campionato è molto importante. Purtroppo non è l’ultima gara, c’è da lottare ancora. In questo anno e mezzo di Milan il club ci ha fatto lavorare nelle migliori condizioni possibili, condividiamo tutto, gioie e anche qualche delusione che abbiamo subito”.

Il Milan è sembrato più combattivo del solito, da cosa viene questa voglia? 

 
“Io sono sempre attento alle vostre valutazioni, parlate di spirito di sacrificio e di collaborazione. Credo che siamo stati la miglior squadra in Italia per tanto tempo in quelle caratteristiche. Un po’ tanti impegni, un po’ per la giovane età qualcosa l’abbiamo lasciato per strada e l’abbiamo pagato a caro prezzo. Sapevamo che dovevamo portare una prestazione del genere, quando c’è stato il momento dei contrasti e dei duelli non ci siamo tirati indietro”.

Come giudica la fase difensiva? 

“La Juve sta cambiando ultimamente come stanno facendo tante squadre. Non ero convinto che avrebbero costruito a tre, ma noi ci siamo preparati per essere compatti. Quando hai pressione sul portatore di palla ti puoi concedere qualche uno contro uno. Abbiamo rischiato poco tranne che su Bentancur ad inizio secondo tempo. Ho visto le semifinale di Champions e sono rimasto impressionato per come hanno lavorato i giocatori del City e del Chelsea senza palla. Se uniamo quantità e qualità possiamo diventare una squadra che può dire la sua in questa lotta Champions”.

La scelta di Brahim Diaz è stata “ispirata” da Guardiola? 

“No, lui gioca senza attaccanti ultimamente. Noi ce l’avevamo, anche se Zlatan è un regista offensivo. Siamo stati bravi a svuotare e riempire gli spazi. Alleno uno squadra molto giovane che sta diventando matura. Siamo stati squadra dopo il rigore sbagliato”.

Come ha giocato Zlatan Ibrahimovic? 

“Zlatan non era al 100%, ha fatto mezzo allenamento con noi venerdì. Non voleva mancare. Aveva un ginocchio un po’ dolente, speriamo che non sia niente di grave. Valuteremo la sua situazione nei prossimi giorni”.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Pirlo
Pirlo