Dopo un inizio di stagione difficile, Sebastian Vettel ha dato un colpo di coda nell’ultimo Gran Premio, corso sul circuito catalano di Barcellona. La settima posizione non può essere considerata una vittoria per una squadra importante come la Ferrari, ma i miglioramenti fanno sperare per una seconda parte di campionato migliore. Intervistato da un quotidiano tedesco, Vettel ha parlato dei progressi necessari per tornare competitivi, sperando di portare a casa risultati importanti per la propria classifica personale e, soprattutto, per la classifica costruttori. Mentre Vettel parla della Ferrari, continuano le voci sul suo futuro, con i media tedeschi che lo vedono all’Aston Martin a partire dal 2021. Sul futuro del ferrarista si è espresso anche l’ex pilota Gerhard Berger, consigliando a Vettel di optare per il ritiro. Secondo l’austriaco per un quattro volte campione del mondo non avrebbe senso firmare con una scuderia che non lotti per la vittoria del campionato, preferendo quindi dire addio al mondo della Formula 1.

Vettel
scommesse telegram

Le parole di Sebastian Vettel

“Ovviamente a Silverstone avevamo meno ala rispetto a quanto visto qui o in Ungheria, a causa della natura della pista. C’è ancora del lavoro da fare però. Penso che abbiamo più idee, proviamo tante cose, cercando di migliorare. Penso che dobbiamo continuare a provare e poi trovare la nostra strada. Ci sono certamente aree su cui devo lavorare, dobbiamo lavorare per cercare di portare la macchina in una posizione migliore per poi cercare anche di essere davanti al gruppo piuttosto che essere a centro gruppo”

Il futuro di Vettel è in Aston Martin? L’annuncio potrebbe arrivare a Spa

Vettel

Il nome di Sebastian Vettel è quello che tiene maggiormente banco nel mercato piloti di questa estate. Un quattro volte campione del mondo senza un sedile per il 2021 non può non far notizia, e molte scuderie sarebbero ben felici di averlo a disposizione. Il tedesco a fine stagione chiuderà la sua esperienza quinquennale in Ferrari, e non ha ancora svelato nulla riguardo al suo futuro, anche se le voci sono moltissime. Secondo quanto riportato dal quotidiano tedesco Kronen Zeitung, Sebastian Vettel si sta preparando a diventare il pilota della nuova Aston Martin. La storica scuderia inglese tornerà nel mondo della Formula 1 a partire dalla prossima stagione, brandizzando l’attuale Racing Point del magnate Lawrence Stroll.
Secondo quanto riportato dai media tedeschi, l’annuncio potrebbe arrivare già nel corso del prossimo week end, quando si disputerà il Gran Premio di Belgio. Nel caso in cui Vettel scegliesse l’Aston Martin, prenderebbe il posto di Sergio Perez, facendo squadra con il canadese Lance Stroll. Per Perez si prospetta un futuro alla Haas, anche se l’Alfa Romeo starebbe pensando seriamente a lui.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Il pilota messicano ha però smentito in ogni modo l’ipotesi di un addio all’attuale Racing Point, spiegando di vedersi al volante della monoposto rosa ancora per altri anni. Se così fosse, risulta difficile pensare a Vettel a bordo di un’altra vettura. Un ritorno alla Red Bull non sarebbe da escludere, ma sembra che il tedesco non abbia voglia di mettersi a confronto con Max Verstappen. L’olandese è sempre stato un compagno difficile da reggere per molti pilot (da Ricciardo a Gasly) e dopo la fine di un’avventura difficile con la Ferrari, Vettel potrebbe preferire un sedile più “comodo”. Si era parlato anche della possibilità di vedere Vettel a bordo della Mercedes, ma anche quest’ipotesi è definitivamente svanita. La scuderia gestita da Toto Wolff ha infatti prolungato il contratto di Valtteri Bottas, vero e proprio alfiere di Lewis Hamilton.

Gerhard Berger invita Sebastian Vettel al ritiro

In questi mesi si è parlato spesso della possibilità che Sebastian Vettel potesse optare per un ritiro, almeno momentaneo. A suggerire quest’opzione è Gerhard Berger, ex pilota di Formula 1, che ha guidato la Ferrari per tre mondiali dal 1993 al 1995. L’austriaco, che ha seguito la crescita di Sebastian Vettel durante la sua esperienza in Toro Rosso, pensa che quella dell’addio possa essere la soluzione migliore. Vettel difficilmente potrà ambire ad una scuderia competitiva, e secongo Berger non avrebbe senso lottare per rimanere nelle retrovie con squadre come Renault o Aston Martin.

Le dichiarazioni di Gerhard Berger su Sebastian Vettel

“A meno che non si verifichi una situazione speciale, Sebastian Vettel non andrà in Red Bull e neanche in Mercedes. Essendo un quattro volte campione del mondo che non si è mai infortunato, che ha una famiglia, che ha un buon conto in banca, preferirei prendere questa decisione e dire: ‘ok, ciao’. Se un pilota Ferrari parte alla fine dell’anno e l’altro è il futuro della squadra, di solito carichi la tua frustrazione sul più debole, o su quello che non è più rilevante per il tuo futuro”

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Vettel
Vettel