La partita dell’Olimpico doveva chiarire chi, tra Lazio ed Inter, potesse realmente essere l’anti-Juve. I biancocelesti di Simone Inzaghi hanno vinto con merito una partita giocata perfettamente, senza perdere la testa dopo essere andati in svantaggio alla fine del primo tempo. L’Inter invece commette ancora troppi errori, ed ora Antonio Conte deve analizzare la sconfitta.

Lazio
Lazio

La Lazio non si nasconde più: si punta allo scudetto

Ormai la Lazio non è più una sorpresa. Per mesi molti addetti ai lavori hanno parlato di una coperta troppo corta, di un’inevitabile calo fisico nella seconda parte di stagione e della poca abitudine dei biancocelesti a lottare per certi traguardi. Eppure la Lazio è lì, al secondo posto a meno uno dalla favoritissima Juventus e a più due dall’Inter. La squadra di Simone Inzaghi, figlia di un progetto lungo ormai quattro anni, non ha paura di lottare per lo scudetto, e continua a giocare con la testa libera, senza timore. 19 risultati utili consecutivi, secondo miglior attacco, miglior difesa. La Lazio non si nasconde più, dopo aver battuto due volte la Juventus, in campionato prima e in Supercoppa poi, i biancocelesti hanno affossato anche l’Inter di Antonio Conte. La Lazio vincerà lo scudetto? Arriverà seconda o magari terza? L’unica cosa certa, per ora, è che la Lazio è lì e farà di tutto per rimanerci.

Inter, manca il vice Handanovic

L’Inter è la squadra ad aver speso di più nel mercato estivo e in quello di riparazione a gennaio. Sono arrivati giocatori importanti come Lukaku, Eriksen, Barella, Sensi e Ashley Young, ma ora appare evidente una grave mancanza. Handanovic è sicuramente uno dei migliori portieri della Serie A, e in questi anni ha dimostrato quanto possa essere decisivo nelle partite che contano. L’Inter ha commesso però un grave errore: quello di non pensare ad un degno sostituto.

L’assenza del capitano per l’infortunio al dito si sta facendo sentire, e Padelli non sembra assolutamente all’altezza. Nel derby aveva commesso errori su entrambi i goal del Milan, e contro la Lazio è successa esattamente la stessa cosa. La società ha pensato all’inserimento di Viviano per ovviare al problema, ma anche l’ex giocatore della Fiorentina non gioca da mesi e potrebbe non essere adatto al ruolo. In ogni caso l’errore societario in fase di mercato appare più che mai evidente e grave, considerate le ambizioni dell’Inter.

Lucas Leiva – Luis Alberto – Milinkovic: la Lazio ha il miglior centrocampo della Serie A

Lazio Inter

MilinkovicSavic esulta a suo modo dopo la vittoria

La crescita della Lazio di Simone Inzaghi è stata costante negli ultimi quattro anni. L’allenatore biancoceleste ha saputo valorizzare i giocatori più esperti e far migliorare i giovani. Lucas Leiva, arrivato in Italia dopo 10 anni al Liverpool, sembrava il “classico” giocatore nella fase calante della carriera che prova un’avventura in un nuovo campionato. Il brasiliano si sta invece confermando un giocatori di altissimo livello, proteggendo la difesa biancoceleste con grande abnegazione. Se c’è lui, non si passa. Luis Alberto invece è passato dall’essere un oggetto misterioso a vero e proprio fuoriclasse. Il numero 10 organizza l’azione offensiva e regala assist con una facilità disarmante, risultando il primo in questa classifica al fianco di un altro numero 10, che di nome fa Lionel Messi.
E che dire di Sergej Milinkovic-Savic? Lotito ha fatto un vero e proprio capolavoro soffiandolo alla Fiorentina all’ultimo momento, assicurandosi così un giocatore straordinario. Spesso criticato per i pochi goal realizzati, Milinkovic è invece una pedina fondamentale per la Lazio. Segna meno degli scorsi anni, è vero, ma risulta molto più decisivo. Quest’anno Simone Inzaghi gli ha insegnato a giocare più lontano dalla porta, cosa che gli permette di creare una barriera difficilissima da superare, insieme a Lucas Leiva, e regalando più spazio a Luis Alberto. Segna meno goal? Si, ma sono tutti decisivi. Basti vedere il capolavoro contro la Juventus (controllo al volo di destro e sinistro ad incrociare) e il goal vittoria contro l’Inter. Una cosa è certa: il centrocampo più forte in Italia è quello della Lazio.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Conte: perché tenere in panchina Eriksen?

Lazio Inter

Eriksen in campo contro la Lazio

Che non sarebbe entrato da subito negli ingranaggi dell’Inter era scontato, ma l’assenza dal primo minuto di Christian Eriksen ha fatto discutere. I nerazzurri hanno giocato una partita fondamentale sfruttando le ripartenze, ma la capacità del danese di regalare palloni pericolosi ai compagni avrebbe sicuramente aiutato. Conte ha scelto di inserirlo solo nel secondo tempo, e la differenza si è vista immediatamente, nonostante abbia giocato solo 14 minuti. Conte predica pazienza, ma deve trovare una soluzione tattica per l’inserimento di Eriksen al più presto.

Lautaro Martinez non è al top, pensa già al futuro?

La scelta di Antonio Conte di sacrificare Lautaro Martinez ha fatto discutere molti addetti ai lavori. L’argentino è stato sfruttato per marcare a uomo Lucas Leiva, che è riuscito a giocare comunque una partita eccellente. La fantasia di Lautaro Martinez in attacco non si è infatti vista, ma al di là delle scelte tattiche, il numero 10 sembra distratto e poco concentrato. Che stia già pensando al suo futuro al Barcellona?

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Lazio
Lazio