Dopo 21 anni, una squadra italiana è tornata in finale di Europa League (ex Coppa UEFA). L’Inter di Antonio Conte aveva fatto sognare i propri tifosi, che speravano di portare a casa un trofeo europeo a 10 anni di distanza dalla Champions League conquistata sotto la gestione di Josè Mourinho. A trionfare è stato invece il Siviglia di Lopetegui, che ha portato a casa il trofeo per la sesta volta nella sua storia. Un’italiana in finale di Europa League mancava da tanto, troppo, tempo; da quel 12 maggio 1999 quando il Parma di Alberto Malesani vinse la sua seconda coppa in finale contro il Marsiglia. L’Italia, con nove vittorie, è la nazione ad aver dominato maggiormente l’albo d’oro Coppa UEFA a pari merito con l’Inghilterra e dietro solo alla Spagna (con 12 vittorie). Andiamo a rivivere i momenti più importanti delle squadre italiane in questa coppa europea, dalla Juventus di Trapattoni all’Inter di Antonio Conte.

albo d'oro coppa uefa
scommesse telegram

Albo d’oro Coppa UEFA: la prima vittoria italiana

La prima edizione della Coppa UEFA venne giocata nella stagione 1971/72. Nata dalle ceneri della Coppa delle Fiere, nei primi anni mantenne lo stesso funzionamento con la partecipazione ad inviti. Ogni nazione poteva scegliere la squadra migliore che l’avrebbe rappresentata, fatta ovviamente eccezione per chi avrebbe dovuto partecipare alla Coppa dei campioni e alla Coppa delle Coppe. La prima edizione venne vinta dal Tottenham, in una finale tutta inglese contro il Wolverhampton. Per vedere la prima squadra italiana ad alzare la Coppa UEFA serviranno solo cinque anni. La Juventus guidata da Giovanni Trapattoni portò a casa il suo primo trofeo europeo nella finale contro l’Athletic Bilbao. A quel tempo si giocava ancora una finale con andata e ritorno. Nel primo match i bianconeri si imposero per 1-0 grazie al goal di Tardelli, mentre al ritorno vennero sconfitti per 2-1, aggiudicandosi comunque la vittoria finale grazie al goal in trasferta segnato da Bettega. La Juventus aprì la strada ad una serie di vittorie italiane nell’albo d’oro Coppa Uefa, con le squadre del Bel Paese che tra la fine degli anni ’80 e gli anni ’90 avrebbero dominato la competizione.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Il dominio italiano degli anni ’90

Nel 1979 la UEFA introdusse un coefficente per ogni nazione, per assegnare i posti alle varie federazioni. Gli anni ’80 videro l’affermarsi di grandi squadre nella competizione. Il Real Madrid vinse la coppa due volte consecutivamente nel 1985 e 1986, rimanendo a lungo l’unica squadra a vincere due volte di fila la coppa, fino al Siviglia degli anni 2000. Storica anche la vittoria del Goteborg, che vinsero in finale contro l’Amburgo, vincitore nell’anno precedente della Coppa dei Campioni.

albo d'oro coppa UEFA

Per l’Italia l’anno della svolta fu nel 1989, con la vittoria del Napoli. Il periodo d’oro italiano venne aperto dalla vittoria degli azzurri guidati dal fenomeno Diego Armando Maradona, che superarono in finale i tedeschi dello Stoccarda. Dal 1989 al 1995 l’Italia riuscì a piazzare almeno una squadra in ogni finale, con le squadre della Serie A che in undici edizioni riuscirono a portarne a casa ben otto. L’anno successivo, fu la Juventus di Totò Schillaci a trionfare, vincendo la finale tutta italiana contro la Fiorentina. I viola, guidati da Francesco Graziani in panchina e Roberto Baggio in campo, non poterono nulla contro i bianconeri, che portarono così a casa la coppa per la seconda volta. Grazie a questa vittoria, Dino Zoff divenne il primo vincitore della Coppa UEFA sia da giocatore che da allenatore.

Nel 1991 toccò nuovamente a due italiane scontrarsi in finale: l’Inter di Lothar Matthaus contro la Roma di Rudi Voller. I nerazzurri vinsero la gara d’andata per 2-0 e a nulla servì l’1-0 giallorosso al ritorno. Giovanni Trapattoni, allora alla guida dell’Inter, sollevò così la sua seconda Coppa UEFA.
Passa un anno ed è di nuovo un’italiana ad arrivare all’atto finale. Questa volta tocca al Torino di Emiliano Mondonico che in finale scenderà in campo contro il favorito Ajax di Louis Van Gaal. Ad alzare la coppa furono proprio i Lanceri che, grazie alla differenza reti, superarono i granata.

Nel 1992 è nuovamente la Juventus a portare a casa la sua terza e ultima Coppa UEFA, superando in finale il Borussia Dortmund. I bianconeri vengono seguiti l’anno successivo dall’Inter che con due vittorie di misura nella doppia finale supera agilmente il Salisburgo.
Nel 1995 arriva un’altra finale tutta italiana, tra la Juventus di Marcello Lippi e l’incredibile Parma allenato da Nevio Scala. Grazie a due goal (in entrambe le finali) di Dino Baggio, i crociati riuscirono a vincere il primo storico titolo europeo, nonostante partissero come sfavoriti rispetto ai bianconeri di Roberto Baggio, Paulo Sousa e Gianluca Vialli.

Nell’estate del 1997 la Milano nerazzurra era in totale fermento grazie all’arrivo di un brasiliano che nell’ultima stagione aveva guidato il Barcellona alla conquista della Coppa delle Coppe: Ronaldo il fenomeno. Il numero 10 non deluse le aspettative, e aiutò l’Inter a raggiungere la finale di Coppa UEFA nel 1998. L’ultimo ostacolo era la Lazio di Sven-Goran Eriksson, che si preparava ad aprire un ciclo di vittorie in Europa (con la conquista della Coppa delle Coppe nel 1999) e in Italia con la vittoria dello Scudetto nel 2000. Per la prima volta nella storia dell’albo d’oro Coppa UEFA la finale sarebbe stata giocata in una gara secca, senza andata e ritorno. Grazie ai goal di Zamorano, Zanetti e dello stesso Ronaldo, l’Inter trionfò al Parco dei Principi di Parigi, sollevando la terza e ultima Coppa UEFA della propria storia.

Il Parma e l’ultima coppa UEFA italiana

albo d'oro coppa uefa parma

Il Parma è l’ultima squadra italiana ad aver iscritto il proprio nome nell’albo d’oro Coppa UEFA. La vittoria risale al 1999 quando la squadra di Alberto Malesani superò in finale il Marsiglia con un secco 3-0. Gli emiliani in quel momento erano tra le squadre più forti in Italia e in Europa, potendo contare su giocatori di altissimo livello come Buffon, Cannavaro, Sensini, Veron, Crespo e Thuram. Grazie ai goal di Vanoli, Chiesa e dello stesso Crespo, il Parma vinse la sua seconda Coppa UEFA, rimanendo per 21 anni l’ultima squadra ad aver raggiunto una finale in questa competizione e, vista la sconfitta dell’Inter contro il Siviglia, anche l’ultima ad averla vinta.

L’albo d’oro Coppa UEFA delle italiane

JUVENTUS – 3 vittorie (1977, 1990, 1993)

INTER – 3 vittorie (1991, 1994, 1998)

PARMA – 2 vittorie (1995, 1999)

NAPOLI – 1 vittoria (1989)

I 10 migliori marcatori italiani in Coppa UEFA

1. Alessandro Altobelli- 25 goal

2. Roberto Baggio. 18 goal

3. Giuseppe Rossi- 17 goal

4. Fabrizio Ravanelli- 16 goal

5. Pierluigi Casiraghi- 16 goal

6. Enrico Chiesa- 15 goal

7. Christian Vieri- 15 goal

8. Roberto Boninsegna- 15 goal

9. Marco Di Vaio- 14 goal

10. Roberto Bettega- 13 goal

Con Invictus puoi sfruttare l’intelligenza artificiale per vincere le scommesse sportive ed utilizzare il betting come un vero e proprio sistema di investimento. Cosa aspetti? La registrazione è gratuita!

albo d'oro coppa uefa
albo d'oro coppa uefa